Pulizia dei preziosi

Pulizia dei preziosi

Coma pulire e disinfettare gioielli e orologi

La pulizia dei gioielli e orologi che indossiamo quotidianamente è fondamentale per mantenerli luminosi e in buono stato, ma prima di tutto per assicurarci un'igiene adeguata, soprattutto in un momento come questo.

Qui di seguito ti elenchiamo alcuni semplici passaggi per pulire e disinfettare i tuoi preziosi accessori.

Pulizia Gioielli

Per eliminare germi e batteri e per sgrassare i gioielli, il primo rimedio utile è quello di utilizzare l'alcol e un panno pulito in microfibra.

Come fare? Imbevi il panno con un pò di alcol e passalo con cura su tutta la superficie del gioiello, insistendo nelle parti visibilmente più sporche. L'alcol può essere usato senza problemi sia su gioielli in oro che in argento, sia su quelli con pietre preziose come diamanti, zaffiri o rubini.

Un ulteriore metodo è quello di lavare con uno spazzolino con setole morbide, acqua tiepida e sapone neutro il tuo gioiello, pulendo con cura le parti più convesse dove potrebbe depositarsi lo sporco. Una volta risciacquato, puoi asciugare con carta assorbente o con un getto di aria calda come quello di un asciugacapelli. 

Per gioielli delicati come fili di perle, coralli, turchesi, parti smaltate o pietre lucide come l'ambra, è meglio evitare l'uso dell'alcol che corroderebbe le pietre rovinandole in modo definitivo. Per questi gioielli è meglio utilizzare un panno di cotone pulito e leggermente inumidito e passarlo sul gioiello. 

Per garantire l'igiene di questi gioielli è bene effettuare il rinfilo del gioiello da parte di un gioielliere esperto che cambierà del tutto il filo, pulendo le singole pietre con apposite tecniche.

OGNI QUANTO PULIRE L'OROLOGIO?

Consigliamo di effettuare una pulizia dei propri accessori almeno una volta a settimana. Su anelli indossati quotidianamente come fedi e solitari sarebbe meglio effettuare un lavaggio almeno una volta ogni 3 giorni.

Pulizia Orologi

Per capire come pulire al meglio il proprio orologio è bene fare una distinzione tra le tipologie di orologi.

OROLOGI IMPERMEABILI:

Per la pulizia di orologi impermeabili (cioè resistenti all'acqua dai 100 ai 300 metri) è possibile utilizzare l'alcol con un panno in microfibra e/o lavarlo con acqua tiepida e sapone neutro mediante l'uso di uno spazzolino con setole morbide. Ricorda sempre che quando viene effettuata una pulizia dell'orologio è bene che la corona sia completamente chiusa, altrimenti potrebbe entrare sia acqua che polvere e arrecare danni al meccanismo.

OROLOGI NON IMPERMEABILI: 

Per la pulizia di orologi non impermeabili (cioè resistente all'acqua da 0 ai 50 metri) è meglio pulire il segnatempo con un panno inumidito di alcol o di acqua, evitando di immergere l'orologio in acqua o porlo sotto il getto del rubinetto.

-----

Per entrambe le tipologie di orologio è bene valutare anche i materiali con cui sono composti i cinturini e il vetro:

- Se il proprio orologio è completamente in acciaio sia nella cassa che nel bracciale o il cinturino è in caucciù o silicone, allora non ci sono problemi di pulizia, se invece l'orologio ha un cinturino in pelle sarebbe meglio non bagnarlo con l'acqua né utilizzare alcol.

- Se il tuo orologio ha il vetro zaffiro è possibile utilizzare l'alcol, se invece si tratta di un vetro in esalite o plexiglass è meglio utilizzare solo l'acqua.

OGNI QUANTO PULIRE GLI OROLOGI?

Consigliamo di effettuare una pulizia del proprio orologio almeno una volta a settimana

-----

Dopo aver scoperto tutte le accortezze necessarie per curare e pulire tutti gli accessori preziosi puoi scegliere il prossimo da aggiungere alla tua collezione!

SCOPRI GLI OROLOGI                        SCOPRI I GIOIELLI